I dieci post che ci sono piaciuti di più delle Regionali del 2020

I dieci post che ci sono piaciuti di più delle Regionali del 2020

Abbiamo scelto i 10 post che ci sono piaciuti di più dei candidati alle ultime elezioni regionali, uno lo abbiamo scritto noi.

Quelle che ci siamo lasciati alle spalle sono state le elezioni più strane della storia d’Italia: estive, post lockdown, praticamente senza possibilità di fare comizi, con l’agenda politica ribaltata dalla pandemia e in un election-day che accoppiava il voto regionale con lo storico referendum sul taglio dei parlamentari.
Una campagna elettorale che ha coinvolto 7 regioni ma il cui esito era scontato in almeno tre.
A livello social il panorama era abbastanza disomogeneo, con candidati molto forti sui social chiamati a confrontarsi con altri molto deboli (il milione di fan di De Luca contro i 35 mila di Caldoro) o con partite molto poco social, nelle Marche ad esempio sia Mangialardi che Acquaroli avevano meno di 5 mila like ai nastri di partenza.

Abbiamo analizzato i profili social di tutti i candidati alla presidenza di tutte le regioni e scelto, tra i post che hanno preso più like (sia in termini assoluti che relativi), quelli che ci sono piaciuti di più.


Luca Zaia
+19k fan in campagna elettorale, engagement al 7.5%

Pubblicato da Luca Zaia su Venerdì 21 agosto 2020

Il cambio di immagine del profilo segna sempre l’inizio della campagna elettorale e il post che ne consegue è sempre uno dei più apprezzati. Zaia non fa eccezione. La foto potrà non piacere ma la scelta di porre il candidato davanti al suo stesso nome ci piace da morire. Di solito si cerca di dare visibilità a nome e volto,  ma in Veneto non c’è bisogno di accrescere la notorietà del presidente, Zaia impalla il suo stesso nome perché tutti lo conoscono già. In una campagna elettorale a bassissima intensità – la riconferma, infatti, non è mai stata in discussione – la scelta del lettering ci è piaciuta molto, anche per come è stata usata in ambito digitale (e l’immagine di copertina ne è un bel esempio).
In questo post invece potete capire meglio come mai il 76,8% degli elettori Veneti abbia scelto lui.


Vincenzo De Luca
+25k fan in campagna elettorale, engagement al 3.2%

Posso capire tutto, ma come si fa a fare i maggiordomi di chi per anni ha offeso Napoli, la Campania e il Sud?C’è una cosa che si chiama dignità e che va al di là della politica.

Pubblicato da Vincenzo De Luca su Martedì 1 settembre 2020

Un altro candidato che non aveva bisogno di fare campagna elettorale era Vincenzo De Luca. Tanto che scrollando la sua pagina quasi non sembrava fosse sotto elezioni. Tra un aggiornamento Covid e l’altro il presidente di Regione più amato da Hollywood si è concesso queste video in cui attacca Salvini e Caldoro. Il body copy è breve, il testo sopra e sotto semplifica il contenuto del video ed incornicia la solita performance di alto livello di Vincenzo De Luca, impreziosita da quel “venditore di cocco” che esalta platea e fan.


Stefano Caldoro
+7.6k fan in campagna elettorale, engagement al 15%

Al Duomo, per rendere omaggio a San Gennaro. Come ogni anno, come fa il cuore antico di Napoli

Pubblicato da Stefano Caldoro su Sabato 19 settembre 2020

L’agnello sacrificale di questa partita era – per la terza volta – Stefano Caldoro, che ha perso ma lottato con grande dignità. Il post che vedete qui sopra si poteva fare molto meglio (tre foto brutte non ne fanno una bella) ma abbiamo comunque deciso di inserirlo perché non possiamo resistere al fascino di San Gennaro. E pazienza se questa volta non ha fatto nessun miracolo.


Giovanni Toti
+4.4k fan in campagna elettorale, engagement al 9.8%

Tra poco Genova riavrà il suo ponte. Ve lo avevamo promesso ed eccoci qua 🏴󠁧󠁢󠁥󠁮󠁧󠁿🇮🇹

Pubblicato da Giovanni Toti su Lunedì 3 agosto 2020

Un’altra regione il cui esito era scontato era la Liguria. Sui suoi social Giovanni Toti ha continuato a fare il presidente di regione, con pochi post da “campagna elettorale” e tanti istituzionali (per un totale di 425 post in due mesi, più di lui solo Zaia) tra questi quello che vedete qui sopra: la riapertura del ponte di Genova (in appena 2 anni dal crollo!) al fianco del sindaco Bucci. Nell’ultimo anno la definizione “modello Genova” è diventato sinonimo di efficienza e rapidità di intervento, non c’è dunque da stupirsi che 383.053 liguri abbiano votato Giovanni Toti.
Se cercate un esempio di “frame”, di cosa significhi e di come si crei, beh lo avete trovato.
(E pazienza se hanno deciso di usare la bandiera dell’Inghilterra come se fosse quella di Genova).


Ferruccio Sansa
+20k fan in campagna elettorale, engagement al 11%

Compleanno elettorale. A mezzanotte mio figlio mi dice “Auguri papà” Perché? Me n'ero dimenticato e oggi budino al cacao con i ragazzi del centro Spes di Ventimiglia.

Pubblicato da Ferruccio Sansa su Mercoledì 9 settembre 2020

Chi invece si è dovuto aggrappare ai social e più in generale alla comunicazione per provare a colmare il gap è stato Ferruccio Sansa, il diretto concorrente di Toti. Scelto dopo una lunga trattativa tra Partito Democratico e Movimento 5 Stelle, l’ex giornalista del Fatto Quotidiano si è buttato anima e corpo in questa campagna elettorale: armato di Fiorino Fiat ha girato tutta la regione sfruttando la sua capacità di stare davanti alla telecamera per raccontarci, sempre in prima persona, la sua campagna elettorale. Mesi tanto intensi da fargli dimenticare addirittura del suo compleanno (dice lui), sia vero o no, il risultato è carino e sembra vero (del resto chi mai sceglierebbe un budino come torta di compleanno). Ha perso le elezioni, ma una cosa è certa: Ferruccio con i social ci ha preso gusto (e a volte gli è scappata un po’ la mano).


Michele Emiliano
+7.7k fan in campagna elettorale, engagement al 3.5%

Questo non è uno spot elettorale. È una storia d’amore. Tra noi pugliesi e la nostra terra.#lapugliacelafa #emilianopresidente

Pubblicato da Michele Emiliano su Mercoledì 9 settembre 2020

Arriviamo quindi alle regioni in cui la partita era apertissima e la campagna elettorale serissima. Quelle in cui ogni post può e deve fare la differenza. Come in Puglia dove il governatore uscente, Michele Emiliano, ha alternato post da presidente e da candidato, mettendo in campo tutto quello che ha potuto: 15 liste per più di 1000 candidati, endorsement pesanti (Vendola!), assunzioni straordinarie, tanti post e addirittura uno spot elettorale.
Non è stato il contenuto più coinvolgente sui suoi social ma in un mondo in cui gli spot vanno sempre meno di moda, non potevamo non premiarlo.


Raffaele Fitto
+7.6k fan in campagna elettorale, engagement al 4.6%

Ma quanto è felice Giorgia Meloni in versione pugliese?E siccome è qui per me e per tutti noi, le dobbiamo fare una promessa: il 21 settembre il suo sorriso sarà ancora più trascinante!Grazie Giorgia.

Pubblicato da Raffaele Fitto su Lunedì 24 agosto 2020

Anche l’avversario di Emiliano, Raffaele Fitto, ha fatto un suo spot bello e funzionale (aka operazione sincerità), ma non è questo il post che abbiamo scelto. Abbiamo preferito, infatti, il suo secondo post per numero di apprezzamenti, quello con la Regina dei like: Giorgia Meloni. Solitamente sui profili di esponenti di Fratelli d’Italia basta mettere la faccia di Giorgia per prendere migliaia di like, qui però vogliamo premiare anche il bodycopy: il tono del post è molto colloquiale (ma quanto funziona quel ‘ma’ ad inizio frase?) e stuzzica l’orgoglioso dei pugliesi. Unica pecca? Raffaele non ha mantenuto la promessa.


Antonella Laricchia
+10k fan in campagna elettorale, engagement al 11%

Oggi è una giornata di promessa solenne.Io e Beppe saremo una coppia di sposi del 2020, oggi abbiamo promesso che il…

Pubblicato da Antonella Laricchia su Mercoledì 26 agosto 2020

Terza arrivata in Puglia è stata la pentastellata Antonella Laricchia, che da tradizione grillina si è mossa molto bene sui social. Tanti post e grande disponibilità, senza risparmiarsi nulla, nemmeno la foto della promessa di matrimonio: 5900 like più che meritati. A livello di copy si poteva rimanere sul personale e godersi i like senza la pretesa di dare un taglio politico a una cosa che politica non è, ma quella del “settore wedding” è stato un tema toccato anche da altri politici in questi mesi, con risultati ben peggiori.


Susanna Ceccardi
+16k fan in campagna elettorale, engagement al 13%

Siamo due donne, due mamme, due sognatrici impegnate per il futuro della nostra terra. Grazie Giorgia per il tuo supporto, la tua forza e l'ottimo caffè.

Pubblicato da Susanna Ceccardi su Sabato 5 settembre 2020

Un’altra candidata che ha macinato like è stata la toscana Susanna Ceccardi. Dei tanti post abbiamo scelto quello con più like, il caffé con Giorgia Meloni. Un successo strepitoso e meritato. La foto richiama uno dei must della comunicazione social, il buongiornissimo caffè, i sorrisi sono solari, l’orario è giusto e il body copy è perfetto: autoironico, citazionista e super pop. Cara Susanna, non avrai vinto le elezioni ma hai fatto un grande Facebook e questo per noi conta più del resto.


Eugenio Giani
+7.2k fan in campagna elettorale, engagement al 16%

Mancano 10 giorni al voto, andiamo avanti, con coraggio e forza.Con il sorriso negli occhi di chi sa che sta facendo…

Pubblicato da Eugenio Giani su Venerdì 11 settembre 2020

Chi invece le elezioni regionali in Toscana le ha vinte è Eugenio Giani. Per lui abbiamo scelto un post che secondo noi meritava più dei 4 mila like ricevuti. La mascherina come gesto politico, gli occhi che sorridono, la contrapposizione noi-loro e quel senso di sicurezza che sta perfettamente addosso ad un candidato come Giani, il Joe Biden della Maremma.


Maurizio Mangialardi
+10k fan in campagna elettorale, engagement al 20%

⚽️ È il 13 dicembre del 1931, siamo a Torino e la nazionale italiana sta giocando contro l’Ungheria; la partita,…

Pubblicato da Maurizio Mangialardi su Sabato 19 settembre 2020

Concludiamo con chi, con grande generosità e disponibilità, ci ha provato fino alla fine, Maurizio Mangialardi. Qui il post con cui ha “violato” il silenzio elettorale: una metafora calcistica e un parallelismo con il suo noto concittadino, Renato Cesarini che a noi è piaciuta molto. Al di là di tutto, giusto crederci e provarci fino alla fine. Daje Maurizio!

0 Comments

Leave a Comment

Giovanni Marco Santini